Il Fuoco Sacajawea del Palo 1 FSE “scalda” i piccoli pazienti del Policlinico di Bari

Missione "sorriso" nel reparto di Neuropsichiatria infantile

Gruppo Scout “Impeesa” Palo del Colle 1 Impeesa, il mondo degli Scout d'Europa
Palo del colle - martedì 21 aprile 2015
©

Siamo arrivate nel pomeriggio, erano le 17.30 circa. Eravamo un po' spaesate all'inizio, l'ospedale si presentava nuovo e lussuoso, con enormi spazi e un'organizzazione buona (almeno all’apparenza!). Alle 17.45 abbiamo iniziato, armate di entusiasmo e di una gran voglia di divertire e divertirci. I bambini non erano tanti e avevano età differenti, pertanto dopo i saluti iniziali e dopo aver apprezzato le diverse situazioni, siamo subito entrate in confidenza con i piccoli invitandoli a seguirci nella rientranza del corridoio dedicata ai giochi.

L'approccio con i più grandi che cercavano di filarsela è stato più difficile, mentre per i batuffoli di pochi anni, quasi traballanti sulle gambe, è bastata una danza del serpente per catturarli! Ci siamo trasformati uno alla volta in pezzettini del codino del serpente, girando tra i bimbi e cantando a squarciagola; poi abbiamo inseguito "Mamma Rana e i suoi girini" con un grande trenino, riuscendo a coinvolgere anche i più grandi. Abbiamo “disturbato”, improvvisato girotondi, cantato con il sottofondo della nostra chitarrista Martina, che seduta al centro del cerchio suonava o meglio cercava di suonare, perché  interrotta da un bimbo curioso che non staccava le sue dolci manine dalle corde della chitarra.

Abbiamo avuto l'impressione che molti dei genitori presenti ci osservassero con un atteggiamento tra il confuso e il divertito: non erano abituati a noi e alla nostra insolita presenza ma comunque erano felici nel vedere i loro figli sorridere. I bambini erano comunque attratti da noi. È stato bello avere intorno tanti amici nuovi seppur piccoli: le scolte assieme alle guide dell’Alta squadriglia del Riparto Ursa Major, sono state delle brave portatrici di gioia per ciascun bambino, ognuna a modo proprio.

Il nostro obbiettivo è di ritornare in corsia per una nuova avventura piena di gioia e di amore da donare perché in fondo il motto delle Scolte è servire ed essere sempre pronte a tendere la mano lì dove c’è bisogno.

Rita Alfonsi (vice capogruppo Palo 1 - FSE)

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti