Tradizioni locali in Fiera

Il corteo storico Bona Sforza alla Fiera del Levante

La Pro Loco di Palo del Colle sfilerà insieme alle altre Pro Loco di Puglia il 15 settembre

Cultura
Palo del colle giovedì 13 settembre 2018
di Vito Tricarico
Corteo storico Bona Sforza
Corteo storico Bona Sforza © Vito Tricarico

Sabato 15 settembre 2018, la Pro Loco di Palo del Colle parteciperà alla rassegna dei cortei storici delle Pro Loco di Puglia alla Fiera del Levante di Bari. L’evento, di grande interesse, è stato organizzato nell'ambito delle manifestazioni riguardanti l'ottantaduesima edizione della Fiera del Levante di Bari.

La Pro Loco di Palo del Colle sfilerà nella mattinata di sabato per le vie principali della Fiera del Levante di Bari, riproponendo il suo magnifico Corteo Bona Sforza. La Regina è ricordata per diverse donazioni in favore dell’Università di Palo e in particolare per quella della “Difesa” di Auricarro dell’anno 1536.

La rassegna impegnerà ben sedici Pro Loco pugliesi, per promuovere le peculiarità folkloristiche ed artistiche dei diversi territori della Puglia. Gli eventi servono a recuperare e orientare l'attenzione dei cittadini verso le tradizioni locali e riscoprire momenti importanti della memoria storica locale.

Rocco Lauciello, presidente Unpli Puglia ha dichiarato: ‹‹I cortei storici che porteremo in Fiera rappresentano il nerbo delle tradizioni, dell’identità culturale, degli usi e dei costumi, del folklore delle nostre comunità. Sono racchiusi secoli di storia nei costumi, nelle musiche, nelle leggende che narrano e siamo contenti di poter contribuire, alla promozione delle peculiarità artistiche, storiche e culturali delle città di Puglia dal Gargano al Salento››.

Qui di seguito, i versi dedicati al nostro corteo Regina Bona Sforza, tratti dal libro “All’ombr du Spiaun- All’ombra dello Spione”:


U corté d’ Bona Sforz

Va S’gmund c’la varva long

au fiang di Bona Sforza giovinell

spavald e novella reginell

ca u pass aggraziat e legger allong.

Dret au Ré dalla cappa long

va nu corté d’ cortigian e donzell

c’nu seguit d paggett e angell

e la sf’lat p’chiazz e voij s d’long.

Pal, allà Duchess d’ Bar,

d’la Polonij d’vendat reggin

nu gran cortej n’gé dedcat,

pu bell arrcuerd ca dò è lassat.

Bé pegghiat u mier da la candin

p’nu brinds ca dalla terr arroiv au mar.



Il corteo di Bona Sforza

Va Sigismodo dalla barba lunga

al fianco di Bona Sforza giovinella

spavalda e novella reginella

che il passo aggraziato e leggero allunga.

Dietro al Re dalla cappa lunga

segue un corteo di cortigiani e donzelle

con un seguito di paggi e ancelle

e la sfilata per piazze e vie si dilunga.

Palo, alla Duchessa di Bari,

di Polonia diventata regina

un gran corteo ha dedicato

per il bel ricordo che qui ha lasciato.

Allora si prenda il vino dalla cantina

per un brindisi che dalla terra arrivi al mare.


Lascia il tuo commento
commenti