Live music

Il rock viscerale dei Les Zaraff sul palco di Rigenera

“L’imbroglio sta nel presentarsi vestito da musicista”

Spettacolo
Palo del colle domenica 12 novembre 2017
di La Redazione
Les Zaraff
Les Zaraff © Les Zaraff

Il laboratorio urbano Rigenera, ormai da tempo fulcro di cultura e spettacolo, combatte la scaramanzia venerdì 17 novembre proponendo una serata gratuita di musica dal vivo: “Attentato all’umanità”. Ad esibirsi il gruppo palese Les Zaraff composto da Pasquale Pascuccio alla voce, Luigi Pascuccio alla batteria, Benny Savino alla chitarra e Angelo Zenzola al basso.

Il progetto dei Les Zaraff nasce nel 2010 dagli stessi quattro membri che ancora oggi compongono il gruppo. Il nome della band, “Zaraff”, ha varie sfaccettature: è il nome di un popolo di nomadi abili nel rivendere a prezzo di mercato, prodotti acquistati da agricoltori e proprietari terrieri a prezzi bassissimi; riuscivano ad imporsi incutendo timore anche a causa del loro torbido passato. Zaraff in balcanico vuol dire giraffa, un animale che ha sempre un’ampia visuale grazie al suo caratteristico collo lungo. Ultimo, ma più significativo, il significato barese: imbroglione, nonché nomignolo del front man. Pasquale Pascuccio “Imbroglione” ha studiato canto per due anni, ama scrivere ma non si definisce poeta o scrittore. “L’imbroglio” commenta il cantante “sta nel presentarsi vestito da musicista”.

La band suona un rock contaminato dalla cultura musicale dei componenti, senza badare troppo a regole ed etichette. I loro brani contengono accenni di francese, dialetto barese e parole inesistenti, il tutto fuso in un genere che il gruppo definisce viscerale.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette