Intervista con il commentatore seriale

Alfredo Oronzio, i "Commenti Memorabili" dell'onnipresente: non è un fake ed è pugliese

"Non ho talenti particolari né padronanza scenica, forse avrei fatto l'autore di commedie, ma per fortuna c'è Facebook"

Palo del colle lunedì 04 giugno 2018
di Donato De Ceglie
Uno dei Commenti Memorabili di Alfredo Oronzio
Uno dei Commenti Memorabili di Alfredo Oronzio © Tranilive.it

Il web è un posto fantastico. Almeno fin quando ci si diverte o ci si informa correttamente. Se poi ci si imbatte in quei commenti che apprezzi per genialità e simpatia, "l'internet" si trasforma in un posto meraviglioso. Abbiamo deciso di ascoltare uno dei commentatori seriali più divertenti che ci hanno colpito da tempo e, per puro caso, abbiamo scoperto di essere conterranei. Stiamo parlando di Alfredo Oronzio che compare in foto profilo con il suo faccione. Abbiamo scambiato qualche chiacchiera con lui e vi regaliamo due delle sue perle pubblicate sulla nota pagina "Commenti Memorabili"

Alfredo è un fake o esiste realmente? Perché se fosse un fake dietro c'è comunque una persona che ha un sarcasmo ed un'arguzia inviadibili. Lavori? Studi?
Alfredo Oronzio esiste veramente, sono io in carne ed ossa, non sono un brand nè un marchio, al massimo una partita IVA. Ho 35 anni e sono medico specialista in psichiatria, lavoro in due comunita' riabilitative proprio in Puglia, a Spinazzola.

Commentare tutto con poche parole risultando sempre geniali, oltre ad un po' di orgoglio dovuto alla pioggia di like, cosa ti spinge ad essere sempre presente con i tuoi commenti?
Cosa mi spinge a commentare? Sicuramente la voglia di divertire e divertirmi, oltre i like.

Credo di averti visto due-tre volte su Commenti Memorabili ma probabilmente qualcuna me ne è sfuggita. Che effetto fa essere un memorabile? Entrare in questa comunità virtuale ed esserne apprezzato?
Sono stato su commenti memorabili poche volte, credo cinque. La prima volta volevo veramente andarci, era un mio obiettivo, ora se capita sono contento ma se non capita pazienza! Fare "commenti memorabili" non richiede chissà quale talento, solo un po' di abilita' nelle battute e tanto tanto coraggio. Calcola che a furia di esagerare coi commenti sono finito anche su commenti miserabili (effettivamente qualche volta le mie battute sono un po' deboli).

Nel fiume di commenti spesso violenti nelle parole, negli interventi, che inondano Facebook, che idea hai da fruitore costante dei social oggi?
Alla penultima domanda ti rispondo, una volta tanto, facendo la persona seria. Nutro profondo rispetto per gli utenti dei social, io stesso lo sono. Tuttavia dovremmo provare ad essere un po' meno impulsivi e più riflessivi. Un insulto non serve a niente, può solo rovinare persone più fragili di noi, se provassimo ad utilizzare un social come una comunità vera, non si cadrebbe in spiacevoli situazioni.

Se non fosse esistito Facebook, come avresti dato sfogo alla tua simpatia/genialità?
Non saprei, non ho talenti particolari né padronanza scenica, forse avrei fatto l'autore di commedie, ma per fortuna c'è tutto ciò.

Lascia il tuo commento
commenti