Azzerata la giunta comunale.

Il sindaco Anna Zaccheo revoca le nomine agli assessori comunali

Tutte le deleghe rimarranno nelle mani del primo cittadino in attesa della nuova giunta.

Politica
Palo del colle mercoledì 01 agosto 2018
di Massimiliano Dilettuso
L'aula consiliare di Palazzo San Domenico
L'aula consiliare di Palazzo San Domenico © PaloLive.it

Il sindaco Anna Zaccheo ha revocato gli incarichi a tutti gli assessori comunali di Palo del Colle. Tramite un nota diffusa nel pomeriggio di ieri, il primo cittadino si è affidato alla facoltà di poter sollevare dalla propria mansione i membri della sua giunta senza previa comunicazione. Infatti, il Sindaco essendo garante della scelta e della valutazione della compagine che lo assiste nel percorso quinquennale, ha la possibilità di destituire dalla propria funzione qualsiasi membro del suo staff.

La notizia arriva a poco meno di un mese dalle dimissioni della stessa Zaccheo, in seguito revocate alcune settimane dopo proprio a patto che fosse azzerata l’intera giunta comunale. A tal proposito, il Partito Democratico aveva supportato la decisione della Zaccheo «per senso di responsabilità nei confronti della cittadinanza, al fine di tentare di ricucire i rapporti all’interno della maggioranza di Palazzo San Domenico e creare migliori condizioni per proseguire il cammino intrapreso 2 anni fa».

Nel comunicato di ieri, firmato dal primo cittadino, si legge la motivazione di tale scelta: «la attuale situazione richiede una verifica politica e una riconsiderazione complessiva degli assetti di governo, nella prospettiva di un rilancio dell’azione politica amministrativa per il conseguimento degli obiettivi di mandato».

Attualmente, la Zaccheo tornerà a ricoprire tutte le deleghe, precedentemente assegnate agli assessori, in attesa di nominare i componenti che andranno a formare la nuova giunta comunale di Palo del Colle. Il decreto sarà comunicato ufficialmente – secondo le prime indiscrezioni – nel prossimo Consiglio Comunale in programma il 7 agosto a Palazzo San Domenico.

Lascia il tuo commento
commenti