Anna Zaccheo ha accusato la 'sua squadra' di non averla appoggiata in alcuni progetti

La voce dell'opposizione sulle dimissioni del sindaco

Anna Cutrone, consigliera del Movimento Fuoridalcomune dichiara evidente da tempo la frattura interna della maggioranza denunciata dalla Zaccheo

Politica
Palo del colle mercoledì 11 luglio 2018
di Alessandra Savino
Anna Cutrone
Anna Cutrone © n. c.

Lo scorso 5 luglio Anna Zaccheo annunciava le sue dimissioni dalla carica politica affidatale nel 2016 ad appena due anni dal mandato. Cosa l’avesse spinta a questo forte gesto l’aveva spiegato in una lunga lettera pubblicata sulla sua pagina facebook in cui evidenti apparivano le accuse nei confronti di alcuni membri della maggioranza che l’aveva appoggiata.

La Zaccheo, infatti, ha dichiarato: ‹‹nei primi mesi mi è sembrato che tutta la squadra di governo si stesse impegnando vigorosamente e con entusiasmo alla realizzazione di tali progetti: infatti sono stati concretizzati diversi interventi e ottenuti molti finanziamenti. Con il tempo, però, ho scoperto che questi progetti e finalità non erano condivisi da gran parte della mia maggioranza, che sempre più di frequente i personalismi stavano prendendo il sopravvento, insomma che l’unità inizialmente mostrata, era solo apparente o si stava sfaldando; hanno cominciato ad emergere atteggiamenti che ha hanno minato alla base quell’ azione politica che ci eravamo prefissi››.

Le dichiarazioni della sindaca hanno messo in luce una presunta frattura interna che sembrerebbe essere stata confermata dalla sua assenza durante l’ultima serata della Festa dell’Unità, incontro in cui era previsto un suo intervento.

Fra i provvedimenti in merito ai quali la Zaccheo non avrebbe trovato l’appoggio della maggioranza ci sarebbe, stando a quanto si legge nella lettera di dimissione, la valorizzazione dei parchi cittadini e degli orti urbani, rimasti, citando le parole della sindaca ‹‹delle vere e proprie lettere morte››. Sarebbero stati in pochi a cogliere le opportunità del progetto per il paese, prosegue nel post su facebook, affermando che ‹‹molti lo hanno invece bocciato ritenendo di non dovervi dedicare energie e finanze››.

La frattura interna creatasi fra quanti avevano sin dall’inizio appoggiato la Zaccheo appariva chiara ormai da un po’ a rappresentanti dell’opposizione come Anna Cutrone, consigliera del Movimento Civico Fuoridalcomune. Quest’ultima, infatti, dichiara in merito:

‹‹La spaccatura tra i due schieramenti di maggioranza era evidente già da molto tempo e il desiderio di emergere gli uni sugli altri si manifestava anche all'interno delle commissioni. Durante la campagna elettorale, ho sempre ribadito due concetti e cioè che coalizzarsi per vincere è facile, il governare dopo è che diventa difficile se non impossibile. L'altro concetto è che il primo compromesso lo facciamo con noi stessi quando accettiamo sin dall'inizio certe situazioni senza esserne preparati convinti di essere i migliori. Non so cosa succederà, certamente verranno mosse tutte le pedine giuste per uno scacco matto. Chi lo farà a chi, solo la scacchiera ce lo dirà››.

Inoltre, sulla posizione del suo movimento circa le recenti affermazioni della Zaccheo, la Cutrone sottolinea: ‹‹Fuoridalcomune dissente totalmente dalle dichiarazioni della sindaca in merito all'opposizione, dato che io stessa ho lavorato tanto all'interno delle commissioni dove sono stata inserita, impegnando tanto del mio tempo. Di questo possono testimoniarlo i verbali e le persone presenti nelle varie occasioni, così come la stessa Zaccheo››.

Lascia il tuo commento
commenti