A Palo si spende più di Toritto e Bitetto, meno di Bitonto e Bari.

Gioco d'azzardo. Primo semestre 2017, a Palo spesi circa 6,5 milioni di euro

I palesi spendono in media 297,73 euro tra machines, gratta&vinci, superenalotto e scommesse.

Cronaca
Palo del colle lunedì 06 agosto 2018
di Massimiliano Dilettuso
Gioco d'azzardo
Gioco d'azzardo © n.c.

Durante il primo semestre del 2017, nel comune di Palo Del Colle, i giochi d'azzardo hanno raccolto 6.419.436,40 euro e ogni cittadino ha puntato, in media, 297,73 euro. Ecco quanto emerge dall’ultima indagine che l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha svolto per Infodata, data blog de “Il Sole 24 Ore”.

Nei primi sei mesi dello scorso anno, quindi, i palesi hanno consumato quasi 6,5 milioni di euro tra machines, gratta&vinci, superenalotto e scommesse: una spesa media superiore a quella delle vicine Toritto (294,80 euro pro capite) e Bitetto (258,40 euro pro capite), ma nettamente inferiore a Bitonto (435,84 euro pro capite) e Bari (736,03 pro capite).

Tuttavia, il dato concernente Palo del Colle è nettamente sottostante alla media nazionale di 610,03 euro pro capite e, a tal proposito, l’analisi evidenzia come nel Mezzogiorno ci sia una concertazione leggermente minore di sprechi rispetto al Nord Italia.

In ogni caso, sempre nello stesso semestre in oggetto, a Palo del Colle i successi legati al gioco d’azzardo ammontano a 5.093.628,55 euro e, in media, 236,24 euro ad personam. Ciò implica che ogni palese, scommettendo, perde in media 61,49 euro.

L’indagine del Sole24Ore sottolinea, inoltre, che, in genere, per ogni euro puntato, si vincono 76 centesimi. Ma questo dato non è sempre verificato, perché esso dipende dai vari giochi d’azzardo. Per questo motivo, infatti, nel contratto di governo sottoscritto da Lega e Movimento5Stelle si parla anche di questo problema. L’obiettivo del Governo è quello di “combattere la ludopatia vietando la pubblicità e le sponsorizzazioni alle aziende del settore, imponendo dei limiti di spesa ed introducendo misure che impediscano ai minori di giocare”.

Lascia il tuo commento
commenti