Il racconto

L'odissea nella neve di undici operai delle Fal, che hanno rischiato l'assideramento

Bloccati per ore sulla statale 96, sono stati salvati dagli agenti della Polizia Stradale

Cronaca
Palo del colle martedì 10 gennaio 2017
di La Redazione
Intervento della Polizia sulla statale 96
Intervento della Polizia sulla statale 96 © Polizia di Stato

Nella giornata di sabato 7 gennaio, a causa della morsa di gelo che ha stretto la Puglia, la Polizia di Stato e i Vigili del Fuoco hanno soccorso più di 50 persone sulla statale 96 Bari-Altamura, una tra le più vessate dalle conseguenze della tormenta di neve.

Tra le numerosissime richieste d'intervento da parte di cittadini in difficoltà, gli agenti della Polizia Stradale di Bari hanno tratto in salvo 11 operai delle Ferrovie Appulo Lucane, semiassiderati e avvolti da una coltre di neve alta più di 1.20, oltre ad altre persone, alcune delle quali rimaste bloccate sulla statale 96 all'interno dei loro autoveicoli, completamente ricoperti dalla neve. Da oltre 24 ore, gli automobilisti erano privi di rifornimento, di riscaldamento e di viveri, con temperature esterne al di sotto dello zero. 

La colonna di soccorso, composta da un Land Rover Discovery della Polizia Stradale e da uno spazzaneve dei Vigili del Fuoco, è partita da Bari alle 13. Mentre gli operatori percorrevano la statale alla volta del luogo dov'era richiesto aiuto, già in prossimità dell'abitato di Palo del Colle, sono stati operati i primi interventi al fine di liberare alcuni automobilisti in difficoltà.

Raggiunto l'abitato di Toritto ed Altamura, nei pressi della località Pescariello, dalla notte precedente, le avverse condizioni climatiche avevano inesorabilmente bloccato numerose autovetture e mezzi pesanti; in alcuni di questi veicoli i soccorritori dopo aver spalato i pesanti ingombri creati dalla coltre di neve, hanno trovato ed estratto, a volte dai finestrini, in altri casi dalle portiere, alcuni malcapitati rimasti privi di rifornimento e di viveri; tra questi una coppia di signori provenienti da Padova ed un autotrasportatore tarantino ormai allo stremo delle forze.

Proseguendo a fatica nella marcia nello strettissimo canyon che il mezzo dei Vigili del Fuoco ha aperto nell'alto muro di neve posto sul percorso, pur in condizioni climatiche proibitive (tempesta di vento e neve con visibilità ridotta a 5 metri, oscurità e vento fortissimo) i componenti della colonna hanno intravisto alcune persone che a fatica, con la neve all'altezza del petto, tentavano di avvicinarsi ai mezzi di soccorso. Erano gli 11 operai delle Fal sorpresi dal precipitare delle condizioni climatiche, mentre tentavano di liberare dal ghiaccio una loro motrice.

Raggiunti sono stati salvati dai poliziotti e dai Vigili del Fuoco, per poi essere ridistribuiti a bordo dei veicoli della colonna di soccorso.
I mezzi liberati con fatica dalla neve ancora in grado di marciare sono stati invitati ad accodarsi per raggiungere la salvezza in Altamura. Tale faticoso e certosino lavoro di recupero si è rivelato essere la salvezza non solo per gli occupanti di quei veicoli ma anche per le persone recuperate al di fuori dei propri mezzi, e ormai irraggiungibili.

A mezzanotte circa le ultime persone soccorse sono state affidate alla Protezione Civile di Altamura ed hanno finalmente potuto riposare e fruire di bevande e di un pasto caldo.
 

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette