Dal 6 al 12 maggio in piazza Diaz

La Tenda dell’Incontro: un cammino fatto dai giovani e per i giovani

La settimana della tenda a Palo piena di eventi ed incontri

Attualità
Palo del colle venerdì 13 aprile 2018
di La Redazione
La Tenda dell'Incontro
La Tenda dell'Incontro © n.c.

È partita domenica 8 aprile la peregrinatio della Tenda dell’Incontro che, fino al 12 maggio, toccherà le sedi dell’Arcidiocesi di Bari-Bitonto in un cammino fatto dai giovani e per i giovani.

Il nome “Tenda dell’Incontro”, fa riferimento alla tenda del convegno, dove erano custodite le tavole dell’alleanza e dove Dio scendeva e si fermava a parlare con Mosè faccia a faccia. È simbolo di una parola accolta, che libera la vita; una parola della e per la vita. La tenda rappresenta la possibilità per i giovani e gli adulti di ascoltare i vissuti esistenziali e affermare la speranza in un futuro come pienezza. La tenda è il segno di una storia significativa che si offre all’altro nel racconto e nella testimonianza. La tenda è l’occasione per verificare le nostre prassi pastorali, per far camminare insieme adulti e giovani delle nostre comunità, per portare aria fresca alla nostra pastorale, per ripartire con slancio sulle vie del Vangelo. L’intento è anche di raggiungere i giovani “lontani” dalla vita della comunità ecclesiale.

La settimana della tenda, pertanto, può diventare una sperimentazione con cui esercitare l’arte dell’ascolto e del dialogo, dell’accompagnamento e del confronto, un modo per non ingabbiare la pastorale dentro le strutture. Un modo per fare un esodo verso l’altro, verso temi che non diano risposte ma generino percorsi, domande, a partire dall’età della giovinezza. Riconoscere i luoghi della presenza dei giovani nella vita della società, le loro inquietudini e le loro risorse. Provare a raccontare storie che mettano al centro la vita e la storia di fede, con la forza dei testimoni.

Il progetto vedrà coinvolte le zone della diocesi in una settimana (dalla domenica al sabato) durante la quale realizzare incontri, momenti di preghiera, riflessioni, spettacoli, eventi artistici. La Tenda dell’Incontro sarà posta nella piazza o altro luogo di aggregazione giovanile, e ogni settimana sarà “piantata” in una zona diversa del territorio diocesano.

Dal 6 al 12 maggio la Tenda dell’Incontro sarà a Palo, in piazza Diaz. Tante le attività programmate per l’occasione: caccia al tesoro, color run, cineforum, marcia della luce e, in attesa dell’evento, un contest fotografico che ha come tema il futuro.

La Tenda dell’Incontro rappresenta un movimento di cuori che, a partire dal pellegrinaggio dei giovani e delle famiglie alla festa dell’Odegitria, attraverserà i nostri centri abitati” ha dichiarato Mons. Francesco Cacucci. “Si tratterà di pensare uno spazio e un tempo in cui adulti e giovani possano confrontarsi con le domande, i sogni, le speranze che accompagnano la ricerca di senso e di pienezza della loro vita. Un invito concreto per le nostre comunità ad allargare lo spazio della nostra tenda, liberando gli adulti dall’illusione dell’autoreferenzialità e favorendo la partecipazione dei giovani alla vita sociale ed ecclesiale, nella responsabilità fedele e nel dono gratuito di sé”.

Lascia il tuo commento
commenti