Tra le 16 classi vincitrici

La 1°E della scuola media “D. Guaccero” vincitrice di “Muoviamoci Ragazzi!”

Il progetto di Disney Italia che promuove lo sport come momento di socializzazione e crescita

Attualità
Palo del colle giovedì 12 aprile 2018
di La Redazione
La conferenza stampa del progetto
La conferenza stampa del progetto "Muoviamoci Ragazzi!" © Disney Italia

Sono state presentate le 16 classi vincitrici del progetto “Muoviamoci Ragazzi!”, lanciato a fine anno da Disney Italia facendo sistema con alcune delle principali Federazioni e con la scuola, per dare voce allo sport come momento fondamentale per stare bene – a scuola, in gruppo, con sé stessi – e per esprimere i valori della socializzazione, della parità, della crescita personale e di gruppo.

A dimostrare quanto la scuola sia aperta e pronta ad accogliere gli stimoli anche in questo ambito sono i risultati ricevuti a fine marzo: 3.000 classi che hanno aderito in solo tre mesi con oltre 500 elaborati arrivati da tutta Italia, dando voce alla propria creatività ed immaginazione per interpretare a modo loro il tema del concorso: l’importanza del “movimento” e delle corrette abitudini quotidiane.

Tra le classi vincitrici, c’è la 1°E della scuola media “D. Guaccero” di Palo del Colle. Per le classi selezionate il progetto non termina qui, potendo ora ulteriormente beneficiare e godere del premio. Si svolgeranno infatti a maggio i “16 Muoviamoci Ragazzi Day”, una serie di giornate nelle scuole in compagnia degli atleti delle Federazioni che hanno preso parte al progetto: Federazione Judo Karate Lotta Arti Marziali (FIJLKAM), Federazione Ginnastica d’Italia (FGI), della Federazione Italiana Pallacanestro (FIP) e della Federazione Italiana Rugby (FIR) che, grazie al contributo di talent sportivi, hanno affiancato le scuole in questo percorso attraverso video, materiali e testimonianze.

Dino Meneghin, Presidente Onorario FIP dal 2016 e presente all’incontro ha detto alle scuole presenti: "spesso ci chiediamo che cosa fare per contrastare l'obesità, il bullismo, il disagio. Bisognerebbe ripartire dalla scuola. Facendo sistema per portare i valori veri e il significato dell'impegno, non solo le regole. È qui che i giovani imparano a stare con gli altri. Oggi mi sento di dire che per diventare campioni bisogna scoprire i propri talenti e per farlo bisogna provare tante discipline e vedere quella che maggiormente ci dà emozione per poi proseguire con quella. Ma alla base di tutto c'è la passione, l'unica benzina che fa passare tutto e ci permette di andare avanti sempre, nonostante le sconfitte. Senza dimenticare che lo sport non è solo la pratica agonistica: fare oggi sport è un modo anche per trovare domani un lavoro, basta pensare all'abbigliamento, all'educazione alimentare, all'educazione a scuola...allora muoviamoci ragazzi!

Lascia il tuo commento
commenti